Bitcoin è „altamente speculativo“ e utilizzato in „Riciclaggio di denaro sporco“, dice il Presidente della BCE

Il Presidente della BCE Christine Lagarde ha inoltre invitato alla cooperazione tra i regolatori globali per una regolamentazione Bitcoin unitaria

In una conferenza virtuale di Reuters Next, il presidente della Banca Centrale Europea (BCE) Christine Lagarde ha definito il Bitcoin „un bene altamente speculativo“, aggiungendo che la criptovaluta è stata ampiamente utilizzata per „attività di riciclaggio di denaro totalmente riprovevole“. Lagarde ha fatto appello a regolamenti più severi sul Bitcoin e su altre crittocorse nella retorica ricorrente – facendo appello alla cooperazione globale da parte delle autorità di regolamentazione.

„È [Bitcoin] un bene altamente speculativo, che è stato usato per condurre alcuni affari divertenti e alcune interessanti e totalmente riprovevoli attività di riciclaggio di denaro sporco“, ha detto Lagarde nell’intervista con Reuters Next.

Nelle ultime settimane, il Bitcoin ha catturato l’attenzione degli investitori, raggiungendo nuovi massimi di tutti i tempi – a un certo punto, raddoppiando il livello del 2017 per operare oltre i 42.000 dollari. Sia gli investitori al dettaglio che quelli istituzionali hanno preso una scommessa redditizia nella criptovaluta, che ha visto il suo prezzo salire del 340% nel 2020.

Tuttavia, il presidente della BCE ha insistito sul fatto che la criptovaluta dovrebbe essere regolamentata come riciclaggio di denaro sporco e attività illecite attraverso il picco di BTC (come se le banche non facessero lo stesso con il fiat). Pur non fornendo alcun esempio concreto sulle „riprovevoli attività di riciclaggio di denaro sporco“, Lagarde ha dichiarato che sono in corso alcune indagini sull’uso di BTC in attività illecite.

„Ci deve essere una regolamentazione. Questa deve essere applicata e concordata… a livello globale, perché se c’è una via di fuga che sfugge verrà utilizzata“, ha detto Lagarde, insistendo sulla cooperazione globale nella regolamentazione del Bitcoin.

Lagarde: „L’euro digitale potrebbe richiedere fino a cinque anni“.

Il presidente della BCE si è anche aperto sui piani che la banca centrale sta prendendo per sviluppare l’euro digitale. A novembre, Lagarde ha confermato che l’euro digitale è sulla strada giusta – con la decisione finale che sarà presa alla fine di questo mese.

„Se contribuirà a una migliore sovranità monetaria, a una migliore autonomia dell’area dell’euro, penso che dovremmo esplorarla“, ha detto a novembre.

Lagarde non ha fornito una tempistica specifica per il lancio dell’euro digitale, ma sperava che la CBDC fosse pronta nel prossimo mezzo decennio „perché le cose nel mondo fintech si stanno muovendo molto velocemente„. Tuttavia, ha ripetuto che la BCE non avrebbe preso un primo approccio nel lancio, ma piuttosto sarebbe stata „all’erta“ nel tentativo di fornire agli europei una „piattaforma sicura“.

Martedì, la BCE ha dichiarato che la consultazione online su un euro digitale ha ricevuto oltre 8.000 risposte. La consultazione online è stata condotta negli ultimi tre mesi e i risultati e i risultati completi saranno resi noti a marzo, quando il Consiglio direttivo della BCE voterà la creazione di un euro digitale.